Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Il Napoli atteso all’ Olimpico per un match decisivo

Il campionato si appresta ad entrare nelle battute finali; alla 29ma giornata alcune “sentenze” sembrano già chiare, altre sono tutte da scrivere e solo le restanti sfide faranno chiarezza.  I riflettori della serie A saranno sicuramente puntati sullo stadio Olimpico, per il lunch match di sabato che vedrà scontrarsi Roma e Napoli , sfida dai mille significati e di un’importanza incredibile per entrambe. I padroni di casa sono chiamati non solo a mantenere il secondo posto insediato dai cugini biancocelesti ma anche a ribaltare il malumore generale dei propri tifosi che, sicuramente, immaginavano un finale di stagione diverso, magari a lottare con la Juventus per i vertici della classifica. Una vittoria per la squadra capitolina potrebbe portare la tranquillità che Garcia vorrebbe guadagnarsi per giocare al meglio le ultime partite. Per i partenopei la situazione non è molto diversa, gli uomini di Rafa Benitez sono scivolati al quinto posto in classifica e fuori dalla zona Champions, una situazione che sicuramente non può far piacere alla piazza, una vittoria all’Olimpico significherebbe non solo riproporsi tra le prime 3 ma anche accorciare sulla Roma e chissà, aprire uno spiraglio su un miracoloso secondo posto. Da evitare categoricamente la sconfitta, quella sì che potrebbe segnare l’addio definitivo all’Europa che conta.

Altra sfida che promette spettacolo è quella tra Fiorentina e Sampdoria, rispettivamente 6ª e 4ª in classifica, ma con soli 2 punti a separarle. Anche in questo caso il match ha un sapore da “dentro o fuori”: il treno champions league, gli uomini di Montella hanno la possibilità di proporsi e aumentare la concorrenza per i soli 2 posti ancora in bilico e provano a farlo affidandosi alla rivelazione Salah e ai gol ritrovati di Mario Gomez. La Samp è a soli 4 punti dal terzo posto, una situazione che nessuno poteva immaginare ad inizio anno, i blucerchiati vogliono continuare a stupire e il Franchi può essere il loro banco di prova.

Al vertice la Juventus ospiterà l’Empoli di Maurizio Sarri che viene da ben 8 risultati utili consecutivi, la squadra è attualmente 13ª a 33 punti, in zona tranquillità. I bianconeri sono sempre più primi e i punti di vantaggio sulla seconda in classifica sono 14, una vittoria in casa potrebbe consolidare ulteriormente la posizione e far cucire un bel pezzo di scudetto ai 3 volte campioni d’italia degli ultimi 3 anni. Unica emergenza è quella a centrocampo, la zona nevralgica del gioco bianconero sarà orfana di interpreti di lusso quali Andrea Pirlo, che potrebbe rientrare dalla prossima settimana e Paul Pogba, i cui tempi di recupero sono invece più lunghi. Sarà assente anche Claudio Marchisio, dopo la gaffe dello staff medico della nazionale che ne aveva diagnosticato la chiusura della stagione anticipata, sarà a riposo per poi rientrare verosimilmente già per la sfida contro la Fiorentina in Coppa Italia.

Altro match importante è quello tra Palermo e Milan, non tanto per la classifica che ormai ha ben poco da dire ad entrambe, quanto quello che potrebbe accadere ad inizio stagione soprattutto per i rossoneri. Nelle ultime ore è sempre più insistente la voce che la proprietà  possa passare nelle mani di una cordata d’imprenditori cinesi, notizia che era stata addirittura data per certa 24 ore fa e invece smentita nelle ore successive. Può essere questo l’ultimo Milan di Berlusconi?

L’importanza di questa giornata non termina però qui, fondamentale è la sfida tra Cagliari e Lazio, con i sardi pronti a dare battaglia per la salvezza e i biancocelesti intenti a mantenere il terzo posto ed insidiare proprio la Roma al secondo. Atalanta-Torino vale forse di più per i padroni di casa che cercano punti per la tranquillità non ancora raggiunta, mentre il Toro vorrebbe riconquistare l’europa league che ha regalato tante emozioni ai propri tifosi. Classico scontro a metà classifica è quello tra Genoa e Udinese, Mentre a San Siro l‘Inter di Mancini inizia la prima delle 10 finali ( così definite dal tecnico nerazzurro) contro il fanalino di coda Parma, che all’andata riuscì nell’impresa di battere i nerazzurri grazie ad una doppietta di De Ceglie. Il Verona ha invece la possibilità di trovare la strada giusta per la salvezza e affossare il Cesena penultimo in graduatoria, per riuscirci gli scaligeri si affideranno ancora una volta all’esperienza di Luca Toni. Sassuolo-Chievo invece ha poco da offrire per quanto riguarda la classifica ma potrebbe dare spettacolo in campo, vista la strepitosa forma del tridente neroverde da un lato, e di Paloschi dall’altro.

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications.    Ok No thanks