Drammatica scoperta

È  stato trovato morto nella camera di un albergo di Rimini Francesco D’Avino, noto imprenditore  di Poggiomarino  a capo della omonima società leader nel mondo per la distribuzione di zucchero

D’Avino, soprannominato “il re dello zucchero”, si trovava in Romagna per partecipare alla 40esima edizione del Sigep, Salone Internazionale dedicato ai professionisti di Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè.

Al momento ancora non sono chiare le circostanze del decesso, ma la famiglia ha parlato di un improvviso malore.

Sgomento in famiglia e tra i dipendenti dello stabilimento vesuviano.

La notizia della prematura e improvvisa scomparsa di D’Avino ha lasciato sotto choc la famiglia, l’azienda e la comunità di Poggiomarino, dove ha sede lo storico zuccherificio fondato dal nonno ed ereditato prima da suo padre Vincenzo e poi da lui.

Francesco D’Avino, che ricopriva l’incarico di Amministratore Unico, ha saputo dare la svolta imprenditoriale all’azienda ereditata.

È stato, infatti, capace di trasformare l’azienda di famiglia in una realtà di successo a livello internazionale grazie a scelte particolarmente oculate.

Le indagini

A rinvenire il corpo senza vita di D’Avino è stato l’albergatore dell’hotel in cui il manager soggiornava, su espressa richiesta della moglie che non riusciva a mettersi in contatto con il coniuge.

E’ stato aperto un fascicolo d’inchiesta per chiarire le circostanze che hanno determinato la morte di D’Avino.

 

(Fonte foto:Facebook)

Print Friendly, PDF & Email