AVERSA – Torna la Stranormanna. L’evento podistico giunto alla sua quinta edizione, vedrà ai nastri di partenza domenica 23 settembre, atleti  professionisti e amanti della corsa. Mercoledì 4 settembre sarà presentato ufficialmente  il programma.

La Stranormanna è storia, partecipazione, cultura e solidarietà. Con la Stranormanna si corre nella storia. Il suo percorso si snoda attraverso le strade più antiche di Aversa, sulle quali si affacciano gli storici palazzi e le chiese della città fondata da Rainulfo Drengot. Giunta alla sua  V edizione, mai come quest’anno la running race della Città di Aversa è attesa con crescente desiderio da atleti professionisti e amanti della corsa su strada. L’appuntamento è fissato per domenica 23 settembre, ma prima c’è la presentazione ufficiale della manifestazione. Mercoledì 4 settembre alle 20.00, presso il Ristorante Dodici ad Aversa, verrà reso noto il programma della Stranormanna 2018.

Sarà una lettera inviata da S.E. Mons. Angelo Spinillo ad aprire l’evento. Subito dopo Danila Jacazzi, docente di Storia dell’Architettura presso l’Università degli Studi della Campania ‘Luigi Vanvitelli’, avrà il compito di presentare l’opuscolo ‘Aversa e le 100 Chiese’, che farà parte del kit del Pacco Gara consegnato a di tutti gli atleti in ricordo della manifestazione. L’opuscolo è stato realizzato grazie al lavoro della dottoressa Raffella Fiorillo. A seguire, la consegna di due carrozzine, che verranno messe a disposizione dei bambini speciali il giorno della corsa. Non mancheranno il buffet e il brindisi finale. Organizzata dall’Asd ‘L’Altra Aversa’, con il patrocinio del Comune di Aversa, la Stranormanna è una gara podistica in ricordo di Marianna della Vecchia, scomparsa in tenera età a causa di un tumore. Nata inizialmente come semplice stracittadina non competitiva, grazie al patron Peppe Andreozzi e all’ausilio di oltre 200 volontari si è trasformata in una gara professionistica alla quale partecipano migliaia di atleti. Ma la Stranormanna non è solo una gara podistica professionale.

Prevede al suo interno altri eventi che hanno come centro focale la Città di Aversa, la sua storia millenaria e le sue tante eccellenze: Stracittadina non agonistica, Mini ruace, attività di medicina preventiva, attività solidali. Grazie ai fondi raccolti dalla Stranormanna in quattro edizioni è stato possibile realizzare un ambulatorio per la prevenzione del tumore al seno, il restauro della Chiesa di San Domenico di Aversa, donare un’altalena per disabili all’interno dei Parco Pozzi, raccogliere fondi per l’Ail a favore della lotta alla leucemia.

In attesa del 4 settembre, chi vuol saperne di più può visitare il nuovo sito ufficiale www.stranormanna.com, ricco di notizie sulla storia, il percorso, gli eventi, nonché approfondimenti sul regolamento e le modalità di iscrizione alla gara.

Print Friendly, PDF & Email