Juve Stabia, L’editoriale di StabiAmore post Spezia!

PUBBLICITA

Juve Stabia, L’editoriale di StabiAmore post Spezia!

Juve Stabia vs Spezia 3-2. Caserta batte ancora Italiano. Il punto del Presidente dell’Associazione Culturale Gianfranco Piccirillo:

piccirillo

#StabiaSpezia Nonostante i divieti imposti dal coronavirus e le richieste dei calciatori e del ministro allo sport si continua a giocare e al Menti lo Stabia affronta la gara a porte chiuse con la determinazione utile a conquistare punti pesanti per la salvezza. Caserta utilizza Fazio e Allievi in difesa per la squalifica di Tonucci e tenere a riposo Vitiello, mentre sceglie Calvano e Buchel al posto degli squalificati Addae e Mallamo e affianca Canotto e Di Mariano al rientrante Forte. Nel primo tempo protagonisti sono i tre Ricci in campo che impegnano i portieri entrambi friuliani e Giacomo e Federico si prendono l’ammonizione.

Lo Stabia trova il vantaggio con una splendida punizione di Calò che sorprende Scuffet, ex enfant prodige del calcio italiano e lo legittima pienamente con un clamoroso doppio legno di Forte, che finisce di un soffio sulla linea di porta. Il bomber stabiese trova comunque il gol dell’ex e il suo tredicesimo centro in campionato ad inizio ripresa con un altra bella punizione dal limite, che però non chiude la gara come si auguravano i tanti tifosi presenti sui balconi sopra i distinti e fuori la curva, oltre le migliaia davanti ai monitor perché Matteo Ricci realizza un rigore su un’ingenuità di Buchel e un mezzo fallo del divino odino, che tiene lo Spezia in corsa per buona parte della ripresa. Caserta concede spazio a Bifulco per Buchel e poi a Izco per Calvano, mentre lo Spezia continua ad attaccare, costringendo Provedel ad un paio di impegnativi interventi, soprattutto su Maggiore che poi esce per Galabinov. Lo Stabia è abile a trovare il gol in contropiede con Bifulco che non può sbagliare la palla fornita da Canotto, che compie una rapida ed efficace incursione sulla sinistra. A questo punto entra anche Vitiello per il nipote di Schillaci , ma è lo Stabia a sfiorare ancora il gol con un altro palo di Fazio dopo una bella azione ancora di Canotto che poi si divora per stanchezza il quarto gol davanti a Scuffet. Insomma a dispetto delle assenze, della situazione difficile delle porte chiuse e della legittima apprensione per il corona virus lo Stabia sfodera una grande prestazione, vincendo nettamente e con pieno merito e dimostrando che a prescindere da quelle che saranno le decisioni sulla gara di sabato a Pescara questa squadra ha tutti i requisiti per ottenere ampiamente la permanenza nella seconda serie naz

PUBBLICITA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

LEGGI ANCHE

Kvaratskhelia non si è allenato, problemi per il Napoli

Kvaratskhelia è in dubbio per la gara contro l'Empoli che si giocherà sabato alle 18. Khvicha Kvaratskhelia è stato costretto a fermarsi a causa di...

Canzoni per anime elette, l’ultima silloge di Mariangela Cutrone

Canzoni per anime elette, l'ultima raccolta di poesie di Mariangela Cutrone, pubblicata da Versi Edizioni, esplora le profondità dell'amore in tutte le sue complesse sfaccettature

Juve Stabia la prima Passarella al Romeo Menti

Juve Stabia in Serie B è passata una settimana dal pareggio di Benevento contro le Streghe allenate da Gaetano Auteri, una settimana di grande...

Castellammare di Stabia, lungomare invaso dai turisti

Castellammare di Stabia, lungomare invaso da turisti: una folla di visitatori affolla le strade sul mare Nella pittoresca città costiera di Castellammare di Stabia, la...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA