La Juve Stabia fa la voce grossa a Messina

PUBBLICITA

La Juve Stabia si prende una preziosa vittoria a Messina con un guizzo di Bellich. Il campo pesante e le assenze in casa gialloblu non fanno saltare il banco con le vespe di Pagliuca che sorridono a fine gara.

Primo tempo: Il primo SMS della partita è del Messina con Giunta che fa stendere Thiam. Lo stesso Giunta si colora di giallo così come Bentivegna. Al minuto 11 un angolo per il Messina fa correre un brivido sulla schiena di Thiam. Dopo un giallo a Polito passa la Juve Stabia al 35′. Punizione di Buglio e pesca di Bellich che batte Fumagalli e fa 0a1. Andreoni è bravo a salvare su Luciani con una grande chiusura. Anche Ferrara si colora di giallo e l’ultima parola della prima frazione è del Messina che con Luciani va vicino al bersaglio grosso con una conclusione velenosa. Si va al thè caldo con la Juve Stabia in vantaggio.

Secondo Tempo: Plescia a citofona Thiam ma il portiere risponde alla sua bussata. Al 59′ lavora bene Bentivegna ma il suo tiro è troppo tenero. Il Messina è vivo, Zunno ci prova con un tiro cross al veleno ma Thiam non si lascia sorprendere. La Juve Stabia avrebbe l’occasione per chiudere il conto con Piscopo al 76′, l’attaccante lavora bene ma sul più bello cestina l’occasione di mettere nel ghiaccio la partita. Il finale è molto intenso. Franco si colora di giallo per la seconda volta ed anche Erradi si prende un rosso per una palla contesa con Plescia ma questa decisione è sembrata troppo severa. Il Messina tiene il pallone, le vespe si difendono con ordine e passano con un successo importante.

Il tabellino:

ACR Messina – Fumagalli, Ferrara, Polito (80′ Salvo), Manetta, Ortisi (90’+1 Emmausso), Franco, Giunta (46′ Firenze), Frisenna, Ragusa (80′ Cavallo), Plescia, Luciani (57′ Zunno). A disposizione: De Matteis, Di Bella, Darimi, Tropea, Pacciardi, Salvo, Firenze, Scafetta, Emmausso, Cavallo, Zunno, Santoro, Zammit. Allenatore: Giacomo Modica

Juve Stabia – Thiam, Bellich, Romeo (90’+2 Folino), Buglio, Bentivegna (68′ Erradi), Piscopo (88′ Rovaglia), Meli, Bachini, D’Amore, Andreoni, Leone (88′ Maselli). A disposizione: Signorini, Esposito, La Rosa, Maselli, Guarracino, Folino Gerbo, Aprea, Rovaglia, Erradi, Picardi, Marranzino, Vimercati. Allenatore: Guido Pagliuca

Marcatori: 35′ Bellich (JS)

Ammoniti: Giunta (M), Bentivegna (JS), Polito (M), Ferrara (M), Franco (M), Ortisi (M)

Espulsi: Franco (M), Erradi (JS)

Arbitro: Sig. Michele Delrio della sezione AIA di Reggio Emilia

Assistenti: Sig. Franco Iacovacci della sezione AIA di Latina e sig. Andrea Cravotta della sezione AIA di Città di Castello.

Quarto ufficiale: Sig. Nicolò Rodigari della sezione AIA di Bergamo.

PUBBLICITA
PUBBLICITA

Leggi anche

Crotone arriva Silvio Baldini

Crotone arriva Silvio Baldini in panchina come riporta una nota ufficiale Football Club Crotone comunica di aver affidato la guida tecnica della prima squadra a...

La tragica fine di Alexei Navalny: un pugno al cuore con un tecnica speciale

Come è morto Navalny: secondo il Times Navalny è stato ucciso con un pugno al cuore Nella gelida notte del destino, la vita di Alexei...

Incoraggiante il primo Napoli di Calzona, è 1-1 col Barcellona

Pareggio contro i campioni di Spagna Ieri si è giocata l'andata degli ottavi di finale di Champions League ed al Maradona la sfida tra Napoli...

Detti napoletani: Quanno ‘o perucchio saglie ‘ngloria, perde ‘a scienza e ‘a memoria

Detti napoletani:"Quanno ‘o perucchio saglie ‘ngloria, perde ‘a scienza e ‘a memoria", cosa significa?

Ultime Notizie

PUBBLICITA