Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
4 1 Voto
Vota Articolo

Napoli-Milan 1-3, l’Editoriale di Gianfranco Piccirillo presidente dell’associazione Stabiamore commenta la vittoria del Diavolo allo Stadio San Paolo.

Napoli-Milan 1-3. La grande sfida del San Paolo non tradisce le attese e regala i gol di un grandissimo Ibrahimovic che colpisce una volta per tempo, ma anche del ritrovato Mertens che raggiunge quota 128 con la maglia del Napoli e di un giovane scandinavo del Milan.

Nella prima parte del primo tempo il Milan di Pioli, anche lui in smart working per il covid, domina la gara, impegnando Meret e trovando un bel gol di testa del campione svedese, che sfrutta le indecisioni nell’occasione dei due centrali del Napoli, soprattutto di Koulibaly.

Solo nella seconda parte del tempo il Napoli senza l’infortunato Osimeh prende possesso del campo, sfiorando clamorosamente il pareggio due volte, la prima con il folletto belga che impegna severamente il pipelet stabiese e la seconda con Di Lorenzo che sbaglia a pochi metri dalla porta, colpendo la traversa. Non convince il modulo che Gattuso non ha voluto cambiare, nonostante l’assenza dell’attaccante nigeriano, soprattutto perché né Lozano, né Politano sono dei trequartisti e perché Mertens come attaccante centrale si esprime meglio con il 4 3 3.

Guarda la galleria foto di Napoli-Milan 1-3

Nella ripresa Ibrahimovic da attaccante possente e voglioso di gol realizza subito il raddoppio con il ginocchio, ma la gara non si chiude perché il Napoli dopo lo sbandamento riprende ad attaccare con Zielinski che subentra ad uno spento Lozano e Mertens da punta centrale riesce a trovare finalmente la via della rete.

La mazzata viene dal secondo cartellino giallo di Bakayoko che lascia la squadra in inferiorità, anche se il cartellino del primo tempo appare molto forzato e neanche l’uscita di Ibrahimovic per infortunio consente al Napoli di trovare il pareggio.

I grandi protagonisti della Nation League con le loro nazionali, Insigne e Ruiz, sono apparsi sotto tono e non riescono a dare il contributo che ci si aspettava e per questo nel lungo recupero bisogna solo affidarsi alle forze fresche Petagna ed Elmas, ma è il Milan a segnare ancora con il giovane Hauge in rapida ed efficace ripartenza.

Insomma, il Napoli sembra essere la squadra che maggiormente sta patendo l’assenza del pubblico, perdendo nuovamente al San Paolo, mentre il Milan si conferma al momento prima in classifica, tenendosi alle spalle sia le favoritissime Juve ed Inter che il sorprendente Sassuolo di De Zerbi.

Il Napoli non può recriminare più di tanto stasera, ma ancora una volta non hanno convinto le scelte di Gattuso, un tecnico che deve fare ancora tanta esperienza, prima di diventare un protagonista assoluto del campionato italiano.

Leggi anche Serie A

Print Friendly, PDF & Email
4 1 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications    OK No thanks