" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Le fotocamere Canon, in ambito professionale, sono adatte soprattutto per i generi fotografici di reportage e giornalismo; anche se questo tipo di diversificazione delle macchine fotografiche, in realtà, è decisamente relativo e lascia il tempo che trova.

La scelta di un determinato modello di fotocamera professionale, infatti, oltre alla qualità dell’immagine resa in contesti più o meno specifici, come per esempio i servizi cerimoniali oppure la ritrattistica, è in buona parte legata anche alle “abitudini” e alla percezione del professionista stesso.

Questo discorso vale soprattutto per i fotoamatori, che non hanno l’esigenza di rispettare in maniera rigorosa determinati parametri ma, all’opposto, chiedono alla loro fotocamera un grado di versatilità che permetta loro di affrontare ed esplorare il maggior numero di generi fotografici possibili.

Ixus e PowerShot

Non si può certo parlare delle fotocamere amatoriali Canon senza partire dal segmento delle compatte, una tipologia destinata soprattutto a coloro che prediligono peso e dimensioni ridotte, in modo da poter trasportare la fotocamera senza problemi e avere il massimo della maneggevolezza, nonché la facilità di utilizzo “punta e scatta”, che permette di fotografare in qualsiasi situazione e in maniera estemporanea, senza correre il rischio di perdere i momenti più importanti.

Nel segmento delle compatte Canon le fotocamere più apprezzate sono i modelli appartenenti alla serie Ixus e quelli della serie PowerShot; le fotocamere Ixus hanno il pregio di essere più economiche, quindi ideali per chi ha esigenze e budget limitati, ma ci tiene ad acquistare una fotocamera che faccia foto di ottima qualità. Il loro costo infatti, approssimativamente, oscilla dai 120 euro della Ixus 185 fino ai 200 euro della Ixus 285 HS.

La serie PowerShot, invece, è ulteriormente diversificata e identificata mediante lettere dell’alfabeto, in modo da distinguere i modelli amatoriali da quelli professionali; per il segmento amatoriale la sigla di riferimento è SX, e i modelli disponibili sono quattro, una compatta e tre bridge. I prezzi in questo caso sono un po’ più alti, e oscillano dai 190 ai 460 euro circa a seconda del modello scelto; le prestazioni, però, sono superiori rispetto alle Ixus, soprattutto quelle dei modelli bridge.

Le reflex amatoriali Canon

Le fotocamere DSLR, o reflex digitali, sono apprezzate soprattutto dai fotoamatori, ovvero da quegli appassionati di fotografia che, col passare del tempo e della pratica, arrivano a sviluppare conoscenze e tecniche analoghe a quelle dei fotografi professionisti, ma senza sentire l’esigenza di tramutare la propria passione in lavoro.

La categoria dei fotoamatori ha molti punti in comune con quella dei professionisti, al punto che in molti casi queste si sovrappongono; il passaggio di stato da amatore a professionista o viceversa, inoltre, è un evento che avviene più spesso di quanto si possa immaginare.

Il segmento specifico delle reflex amatoriali Canon è ulteriormente suddiviso in tre categorie: entry level, amatoriale propriamente detta e semi-pro; in realtà tutte e tre le categorie sono amatoriali, ma la diversificazione è applicata per distinguere i modelli base da quelli con prestazioni medie e avanzate.

La Canon EOS 2000D è la entry level, per esempio, ed è progettata apposta per introdurre i principianti alla gestione delle fotocamere manuali; il suo costo può variare dai 380 ai 500 euro circa a seconda degli accessori presenti nel kit, che in ogni caso è comprensivo del corpo macchina e dell’obiettivo 18-55mm dotato di stabilizzatore.

Nel segmento intermedio troviamo la EOS 850D invece, il cui kit comprensivo di corpo macchina e obiettivo 18-55m ha un costo di poco superiore ai 1.000 euro, mentre il top di gamma delle semi-professionali è rappresentato dalla EOS 90D, che può essere acquistata come solo corpo macchina o in tre kit che propongono diverse configurazioni, per una spesa complessiva che varia dai 1.200 ai 1.800 euro circa a seconda della soluzione scelta.

Le mirrorless amatoriali Canon

Non dimentichiamo poi la nuova generazione di fotocamere con obiettivo intercambiabile, e cioè le mirrorless; nonostante la ditta Canon abbia reagito in ritardo nello sviluppare questo nuovo sistema, infatti, sul mercato è presente con diversi modelli lanciati proprio nella fascia amatoriale.

La EOS M200 rappresenta il modello entry level, mentre nei segmenti intermedio e semi-professionale troviamo rispettivamente la EOS M6 Mark II e la EOS R, con le rispettive versioni specifiche: la Ra, progettata per l’astrofotografia, e la Rp, che punta soprattutto sulle dimensioni compatte.

I prezzi delle mirrorless Canon possono oscillare dai 500 euro circa della entry level M200 ai 1.000 euro o poco più della M6 Mark II; le EOS R, invece, essendo state inserite nella categoria semi-professionale offrono un altissimo livello di prestazioni, e costituiscono i prototipi della futura generazione di mirrorless professionali Canon. Il costo della EOS R completa di obiettivo, infatti, si aggira sui 3.000 euro circa.

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications.    Ok No thanks