Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
La nostra redazione si occupa da tempo di Premier League e calcio Inglese e spesso i nostri inviati hanno raccolto news dalle citta’ e dagli stadi del Regno Unito.
Oggi ci tocca intervistare in esclusiva, il maestro degli Stadi, l’uomo dei record, Ivan Ambrosio, l’uomo che ha la Premier League nel sangue e sta iniziando da tempo un singolare e meraviglioso progetto: Visitare tutti gli Stadi del Regno Unito e non……
14184286_331190070553031_8000677811581951893_n
 Dove e quando nasce questa singoralare e meravigliosa passione?
“Salve a tutti, sono Ivan, ho 22 anni e amo il calcio inglese. Ho giocato a calcio per dieci anni, ma poi, all’età di 18 anni lasciai tutto, scuola, lavoro e calcio e decisi di partire per Londra, un biglietto di sola andata, così all’avventura, solo io e quello che sarebbe successo. Ho trascorso appena un mese in quel di Londra, ma è bastato per cambiarmi la vita. Ho trovato tante difficoltà, ho avuto qualche fregatura, sono stato trattato male, ma tutto questo non è nemmeno la minima parte di tutto quello che ho imparato in quel mese. Ho capito come muovermi in una città, ho visto per la prima volta che riuscivo a fare delle cose che prima di allora molte persone ritenevano ” impossibili “, parola che nel mio vocabolario non esiste, mi sono innamorato di Hyde Park, ma soprattutto, lì in quel di Londra è nata la mia più grande passione, l’amore per gli stadi inglesi! Il mio primo stadio fu quello del Chelsea, poi Craven Cottage, Qpr e Arsenal, poi, purtroppo tornai a casa… Ma intanto, la mia vita e il mio modo di vedere e affrontare le cose era completamente cambiato.”
Puoi dire ai nostri lettori quanti stadi hai visitato.
“Ho visitato 100 stadi in UK e continuerò i miei tour fino ad un minimo di 300.”
 Il tuo ricordo più bello e quali sono i tuoi obiettivi.
“I ricordi belli ne ho tantissimi, ma il più forte è quando vidi, all’uscita della stazione dell’Underground di Fulham Brodway, per la prima volta la bandiera inglese che sventolava sopra Stamford Bridge, rimasi senza parole, non riuscivo a crederci che ero davvero lì! Ho come obiettivo di visitare gran parte degli stadi del Regno Unito e nel giro di un anno racchiudere tutto in un unico e inedito libro.”
 Curiosando su Facebook, abbiamo notato una foto con Sir Alex Ferguson. Ci racconti questo episodio?
12088587_354551908070244_4226099213701409267_n
“Si, Sir Alex è il mio mito, visto che amo il Manchester United e sogno di diventare allenatore di calcio. Ero alla partita Man Utd – Ipswich e all’improvviso mentre eravamo all’intervallo del match lo vidi in tribuna, ricordo che feci una corsa per avere una foto insieme, fu un’emozione fantastica, ma purtroppo nella foto uscì il braccio di una ragazza, quindi, niente foto con Sir Alex, ma poi, ci riprovai a beccarlo a fine partita e finalmente fu la volta buona! Dopo quella volta l’ho beccato altre tre volte e mi sono fatto autografare anche la sua autobiografia.”
bbbn
Hai molti fans su Facebook. Per chi non ha ancora visto le tue gesta, ci puoi dire come è possibile seguirti.
“Si, in appena tre mesi che ho aperto la pagina ho più di 2500 fans, sono davvero tanto fortunato. Basta seguire la mia pagina e vedrete ogni giorno foto dei miei viaggi in giro per l’Inghilterra e alcune volte per l’Europa.”
Che scenari prevedi in questa stagione made in England. Chi è la tua favorita?
 “Vedo favorito il Chelsea, ma spero nel Man Utd, squadra del cuore.”
Hai una squadra del cuore ed un calciatore come idolo?
” Amo da sempre il Man Utd, e ovviamente Wayne Rooney è il mio calciatore preferito.”
Si ringrazia Ivan per il tempo concesso per questa intervista.
Print Friendly, PDF & Email

Scrivi