Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Paragonabile ad thriller di buona scuola, il match è stato adrenalina allo stato puro.

La Juve Stabia si rialza dal tappeto e nella ripresa piazza due colpi che stendono una Aversa volenterosa, ma spesso assente dalla partita. Gomez diventa eroe di giornata con una doppietta e compie il delitto perfetto. Le vespe restano nel salotto buono della categoria, mentre per l’Aversa un’ altra settimana di passione.

La gara
Al pronti via, l’Aversa padrona di casa preme il pulsante giusto e trova il codice di accesso al dolore delle vespe. Sugli sviluppi di un piazzato, una carambola premia i”rossi” e ne fa le spese Migliorini, che batte Pisseri nello piu’ sfortunati degli autogol.
Pancaro prova a dare la carica giusta, e le vespe provano a pungere. Bombagi diventa protagonista della partita, prima con un colpo di testa, poi con un bel tiro a giro che esalta le gesta del portiere Forte. La partita e’ bella, rissosa, maschia ed il direttore di gara e’ chiamato spesso a mettere mano ai cartellini. L’Aversa resiste,e nel finale va vicina al radoppio con un tiro dalla distanza, ma Pisseri risponde presente.Il parziale non cambia. Si va al “The Caldo” con il risultato di 1-0.

La ripresa inizia con Ripa negli spogliatoi (decisione giusta, perche’ la punta Stabiese era apparsa troppo nervosa nel finale di primo tempo), al suo posto Gomez. Le vespe provano a pungere e Pancaro getta nella mischia Lepiller al posto di Caserta, disegnando una Juve Stabia iper offensiva. Per la punta ex Novara e’ l’esordio assoluto . Minuto 67: Nicastro -in ombra per tutta la partita- accende il turbo e taglia la difesa dell’Aversa e serve Gomez che da due passi non sbaglia. E’ 1-1. Primo goal per la punta di origine Argentina.

Il goal non cambia il tema tattico della partita, ossia Juve Stabia a caricare a testa bassa ed Aversa rintanata nella sua trincea difensiva. Minuto 74, Aversa pericolossima. De Vena disegna una bella palla, ma Castellano non impatta a due passi da Pisseri. Minuto 77: bella combinazione Lepiller-Gomez che serve Nicastro, che ci mette precisione ma non potenza, graziando il portiere Forte. Al minuto 81, esce lo stesso Nicastro ed entra Vella, l’eroe di Caserta. Marra non sta a guardare e sostituisce un esausto De Luca ( ex talentino della Salernitana in serie B), al suo posto il giovane Cicerelli. Ma il finale e’ tutto da scrivere.

Minuto 92, De Vena si presenta solo davanti al Pisseri, ma il portiere della Juve Stabia legge nei suoi pensieri e si regala una paratissima, salvando il risulato. Minuto 94, cross di Contessa e Gomez, di testa, mette la palla alle spalle di Forte. Finisce 1-2, con il settore ospiti che impazzisce e con la panchina dell’Aversa inferocita.
L’Aversa vista oggi, non merita il titolo di maglia nera della carovana, mentre la Juve Stabia deve rivedere qualcosa sulle palle inattive, ma ha dimostrato per l’ennesiva volta di avere un gran cuore.

Il Migliore: Gomez 8. Voto esagerato? Forse, ma in 45 minuti tocca due palloni e realizza due goal. Un pochino re mida, un pochino Killer. Meraviglioso.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi