Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Real Sociedad-Napoli, Il punto di G.Piccirillo, il Presidente dell’Associazione StabiAmore commenta la vittoria azzurra in Europa:

Real Sociedad- Napoli 0-1 : Nel primo tempo la squadra di Gattuso avrebbe potuto segnare subito con un’azione travolgente di Insigne e poi con Mario Rui che viene liberato molto bene da Petagna, ma poi dopo il nuovo infortunio muscolare del capitano frattese i baschi prendono possesso del campo.

La Real Sociedad però solo con un colpo di testa si rende pericoloso perché il centrocampo del Napoli è molto abile in fase di contrasto, seppur poco propositivo con Demme, Bakayoko e Lobotka che anche stasera non convince. Molto bravi i centrali difensivi Maxsimovic e Koulibaly, discreti i cursori bassi Hjsay e Rui davanti ad uno Ospina sicuro, che compie un grande intervento nella ripresa dopo il vantaggio del Napoli.

In fase offensiva a metà primo tempo Lozano prende il posto di Insigne, che forse dopo il derby di Benevento poteva essere risparmiato da Gattuso, non trovando grande feeling con Petagna e Politano, che però ha il grande merito ad inizio ripresa di sbloccare la gara con un gran tiro da fuori deviato forse da un difensore quel tanto che basta a mettere fuorigioco il portiere basco. Il tecnico del Napoli dispone opportunamente i cambi lasciando spazio a Di Lorenzo, Mertens e Andrew Osimhen.

Per Politano, Petagna e Lobotka e nel finale a Ruiz per Demme, che finalmente ha disputato una buona gara, bloccando il tanto decantato Silva, che secondo il trainer basco di addirittura sarebbe più utile del grande Maradona, che stanotte varca la soglia dei sessanta anni.

L’arbitro alla fine diventa protagonista di una gara molto più tattica che spettacolare, interpretando rigorosamente il regolamento sui calci piazzati e sui falli di gioco. A farne le spese in tutti e due i casi è il neo nazionale nigeriano Osimeh, che prima si vede annullare un gol per un tocco doppio, ma impercettibile nella battuta di Mario Rui su punizione, e poi affibbiare addirittura due cartellini gialli per falli evidenti, ma non proprio cattivi. Insomma un Napoli che gioca bene in fase difensiva con Koulibaly sugli scudi, sa soffrire il possesso palla degli avversari, colpendo bene nelle volte che è ripartito, anche se non ha mai impegnato il portiere avversario, rischiando comunque di segnare in diverse circostanze con Insigne e Lozano, entrambi efficaci e pungenti contro la squadra attualmente prima in classifica nel campionato spagnolo.

Gli spagnoli stasera sono stati sconfitti con le armi italiche del contropiede e di una solidità di squadra, che fa ben sperare per il futuro sia in Europa League che in campionato.

Leggi la cronaca della partita

Segui Magazine Pragma:

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications    Ok No thanks