Rosso di Stabia, che orgoglio essere cittadini stabiesi!

Si è svolta ieri, 14 Luglio, presso la sala del Teatro Supercinema di Castellammare di Stabia, la settima edizione  di “Rosso di Stabia”, la kermesse nata da un’idea di Stefano Fontanella e Pierluigi Fiorenza, con l’intento di raccontare la Città delle Acque attraverso le sue numerose eccellenze.

Sul palco del Supercinema tra premiati e premianti, attori, cantanti, sportivi, danzatori, medici, scienziati ed altri personaggi che con il loro talento ed il loro operato hanno contribuito a portare in alto, nel mondo (ed anche nello spazio), il nome della città di Castellammare di Stabia.

Non a caso il premio – realizzato dal maestro Catello De Simone che consiste in una riproduzione di affreschi dell’antica Stabia – è stato chiamato “Radici”, radici che gli illustri cittadini stabiesi hanno ben radicate nella propria città nonostante poi la vita e l’attività professionale li abbia portati altrove come la ricercatrice oncologica Loredana Vecchione che svolge la sua importante attività di ricerca in Germania e l’ex calciatore Raffaele Ametrano che oggi vive in Friuli Venezia Giulia.

Ad applaudire le eccellenze salite sul palco del Supercinema un folto pubblico (450 posti in sala tutti occupati; qualcuno in piedi e qualcuno in balconata). In sala presenti anche il nove volte campione del mondo di canottaggio, Collare d’Oro e Ambasciatore dello Sport della Città di Castellammare di Stabia, Ciccio Esposito e la pluripremiata campionessa paralimpica Angela Procida.

La serata condotta come sempre con garbo e professionalità da Pierluigi Fiorenza e Maria Silvia Malvone, è stata allietata da una toccante coreografia curata da Demis Autellitano dedicata agli 80 anni che Lucio Dalla avrebbe compiuto quest’anno, oltre che dalle splendide voci di Anna Spagnuolo e Ondina Sannino premiata quest’ultima durante il corso della serata.

Decisamente innovativo ed ambizioso il progetto Stabia Space Village, un’iniziativa messa in campo dalla famiglia Salza che ha coinvolto ben 500 studenti di 14 scuole dell’area vesuviana. Un’opportunità unica di formazione e un primo decisivo approccio con quello che i Salza definiscono il “Mestiere dello Spazio”.

Premio Radici anche a cinque volti noti al grande pubblico, le attrici Mariana Falace e Federica Citarella e gli attori Giuseppe De Rosa, Alessio Lapice e Massimiliano Caiazzo.

Il Premio Vespucci destinato a chi, con il proprio operato si è reso particolarmente attivo nella diffusione dell’arte partenopea, è stato assegnato a Gabriel Zuchtriegel, direttore del Parco Archeologico di Pompei. Nelle scorse due edizioni, lo ricordiamo, il Premio era stato assegnato allo scrittore Maurizio De Giovanni e all’astrofisica Maria Felicia de Laurentiis.

Rosso di Stabia, un unico sentimento, l’orgoglio di essere cittadini stabiesi

Una magica serata, una serata che fa bene al cuore. Sul palco diverse generazioni, dagli studenti delle scuole fino ad arrivare a chi ha fatto la storia del calcio, passando tra attori che hanno avuto l’opportunità di essere diretti da Eduardo De Filippo ed attori di nuova generazione amatissimi grazie ai ruoli interpretati in serie tv di successo come “Mare Fuori” e “Imma Tataranni – Sostituto Procuratore”. Attenzione però a chiamarli “sexy simbol”. Si imbarazzano!

In comune tutti un unico sentimento, quello di essere orgogliosi di essere cittadini stabiesi. Come dargli torto?

D’accordo con Demis Autellitano, a conclusione del racconto della serata, faccio mie le sue parole:

“Non è vero che Castellammare può essere raccontata in due modi; Castellammare può essere raccontata in un solo modo, ed è così, come stiamo facendo tutti noi questa sera”.

Appuntamento, dunque, al prossimo anno per l’ottava edizione di Rosso di Stabia. E come sempre: “Buon vento e mare calmo!”

 

Rosso di Stabia
Demis Autellitano
Rosso di Stabia
Ciccio Esposito e Mariana Falace

Rosso di Stabia
Massimiliano Caiazzo
Rosso di Stabia
Ondina Sannino
Rosso di Stabia
Alessio Lapice

SEGUI MAGAZINE PRAGMA: Attualità, Politica, Cinema, Teatro, Musica, Libri, Cultura, Arte, Manga e Anime, Sport, Calcio, Motori, Running, Salute e Benessere, Enogastronomia, Moda, Donne, Viaggi, Consigli Legali, Hi-Tech, Casa e Arredo, Eventi, Solidarietà, Curiosità, Storie, Cronaca locale e tanto altro ancora.

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

L’avventuriero novellino di Ossan… – L’angolo del nerd e dell’Otaku

Rick Gladiator è deciso a diventare un avventuriero, cosi quel che sosti. Per questo si è allenato intensamente per due anni. Ma Rick ha un problema: ha trentadue anni. Questo rende scettiche le persona intorno a lui. Questo perché il potere magico, alla base anche della forza fisica, man mano che si avanza di età è sempre più difficile da incrementare. Ed infatti viene spesso deriso e sottovalutato per questo. Tuttavia Rick ha un segreto: nei suoi due anni di allenamento è stato seguito dal team più forte dell'intero continente, Orichalcon Fist, composto da avventurieri di classe S, tutti in grado di spazzare via intere armate. 

Salvatore Marra sposa una nuova avventura

Salvatore Marra ex calciatore della Juve Stabia con un vissuto importante anche da allenatore trova una nuova panchina. La nota ufficiale della società Salvatore Marra nuovo...

Angri calcio importanti novità

Angri calcio la società ha reso noto delle importanti riconferme per la prossima stagione. Il comunicato stampa ufficiale della società 𝗔𝗡𝗖𝗢𝗥𝗔 𝗖𝗢𝗡 𝗡𝗢𝗜! 𝗥𝗜𝗖𝗢𝗡𝗙𝗘𝗥𝗠𝗔 𝗣𝗘𝗥 𝗞𝗟𝗝𝗔𝗝𝗜𝗖,...

Savoia ancora un colpo di mercato

Savoia arriva un nuovo calciatore.  La società di Torre Annunziata sempre molto attiva in materia di calciomercato. La nota ufficiale Ancora un rinforzo nel pacchetto under,...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA