Alessio Lapice: “Ho sempre portato con me una parte di Castellammare”

Sono onorato di ricevere questo premio che rinsalda i legami con la nostra città perché in tutti i passi che ho compiuto finora ho sempre portato con me una parte della mia Castellammare” – sono queste le parole pronunciate dall’attore Alessio Lapice durante la settima edizione di Rosso di Stabia, rassegna ideata da Stefano Fontanella e Pierluigi Fiorenza.

LEGGI ANCHE: ROSSO DI STABIA, CHE ORGOGLIO ESSERE CITTADINI STABIESI!

Alessio Lapice, dal debutto ai numerosi riconoscimenti

Impegnato ultimamente nelle riprese della terza stagione della  fiction “Imma Tataranni  – Sostituito Procuratore” con Valeria Scalera e Massimiliano Gallo,  Lapice negli ultimi anni si è fatto molto apprezzare per la sua bravura, ma anche e soprattutto per la sua versatilità.

Debutta sul piccolo schermo interpretando diversi ruoli in fiction di successo come Il peccato e la vergogna 2, L’onore e il rispettoSotto copertura – La cattura di Iovine e Endless Summer, Don Matteo 10Fuoco amico TF45 – Eroe per amore e Gomorra 2.

Con Nato a Casal di Principe, film diretto da Bruno Oliviero, ottiene la candidatura al Ciak d’oro come Migliore attore per la sua interpretazione del personaggio di Amedeo e la vittoria del Nastro d’argento della legalità.

Nel 2019 è accanto ad Alessandro Borghi nel film Il primo re diretto da Matteo Rovere  – Borghi è Remo; Lapice, invece, interpreta Romolo, ruolo per il quale ottiene diversi riconoscimenti. Nello stesso anno inizia anche l’avventura del maresciallo Calogiuri, uno dei personaggi più amati della serie tv Imma Tataranni – Sostituto Procuratore.

Nel 2020 è Nicolino nel film tv Natale in Casa Cupiello diretto da Eduardo De Angelis. E ancora, nel 2022 in Diabolik 2 – Ginko all’attacco!, film diretto da Antonio e Marco Manetti, Lapice veste i panni dell’agente Roller (lo vedremo anche nel terzo capitolo della saga in uscita a fine 2023).

Insomma, quel “ragazzo stabiese che aspettava i treni della Circumvesuviana per andare ai provini” – così come ha raccontato a Rosso di Stabia – di strada ne ha fatta davvero tanta.

LEGGI ANCHE: Giuseppe De Rosa:”Parlando di gas e petrolio mi ritrovai nella Compagnia di Eduardo

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

La Premier Meloni condanna l’attentato a Trump

Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni ha espresso solidarietà per i gravi fatti degli Stati Uniti con l'attentato a Donald Trump. Il Post social di...

Il Pomigliano Jazz 2024 apre con Gonzalo Rubalcada Trio

Il famoso pianista jazz cubano Gonzalo Rubalcada apre la 29° edizione del Pomigliano jazz

Detti napoletani: “‘E chiacchiere s’ ‘e pporta ‘o viento; ‘e maccarune jengheno ‘a panza”

‘E chiacchiere s' ‘e pporta ‘o viento; ‘e maccarune jengheno ‘a panza." (letteralmente "Le chiacchiere se le porta il vento; i maccheroni riempiono la pancia"). più che mai rilevante e attuale

L’avventuriero novellino di Ossan… – L’angolo del nerd e dell’Otaku

Rick Gladiator è deciso a diventare un avventuriero, cosi quel che sosti. Per questo si è allenato intensamente per due anni. Ma Rick ha un problema: ha trentadue anni. Questo rende scettiche le persona intorno a lui. Questo perché il potere magico, alla base anche della forza fisica, man mano che si avanza di età è sempre più difficile da incrementare. Ed infatti viene spesso deriso e sottovalutato per questo. Tuttavia Rick ha un segreto: nei suoi due anni di allenamento è stato seguito dal team più forte dell'intero continente, Orichalcon Fist, composto da avventurieri di classe S, tutti in grado di spazzare via intere armate. 

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA