Scafati Pride 2023, duramente contestato l’intervento del sindaco Aliberti 

Scafati – Ieri 16 Settembre è stato il giorno dello Scafati Pride, l’ultima tappa, insieme al Brianza Pride, dell’Onda Pride 2023.  L’evento ha avuto luogo nonostante alcune divergenze sorte con l’amministrazione di Scafati circa la destinazione finale del corteo e l’opportunità di dare avvio alla manifestazione in concomitanza con il Pellegrinaggio nazionale delle Famiglie e per la famiglia partito da Scafati (dall’area mercatale) nella stessa giornata.

Alle 16.00 in Via Enrico Berlinguer, presso il Centro Commerciale Plaza di San Pietro, hanno iniziato a riunirsi gli organizzatori e alcuni partecipanti il cui numero è poi notevolmente cresciuto nelle ore successive. Due le madrine: l’ex senatrice del Partito Democratico Monica Cirinnà, già promotrice della legge delle unioni civili, e Giulia Molino, finalista di Amici nel 2020.

A risolvere la diatriba circa la destinazione finale del corteo è la stata la Questura di Salerno che ha approvato la richiesta degli organizzatori che chiedevano di giungere in Piazza Vittorio Veneto piuttosto che in Piazza Aldo Moro così come proposto dal sindaco Pasquale Aliberti.

Scafati Pride 2023, duramente contestato l’intervento del sindaco Pasquale Aliberti

Momenti di tensione sono stati vissuti in serata con l’arrivo in piazza del sindaco e dei rappresentanti dell’amministrazione comunale. I partecipanti al corteo non hanno consentito al sindaco di esprimersi il quale, nonostante i fischi e i cori, ha cercato comunque il confronto.

Sono stato al Pride. Peccato aver subito la violenza del pregiudizio, lo stesso per il quale dicono di manifestare – ha scritto il sindaco di Scafati Pasquale Aliberti sulla sua pagina social – Il messaggio che volevo far passare è di pace, amore e libertà. Ognuno può decidere di fare ciò che ritiene nel rispetto degli altri. Gli stessi argomenti li ho espressi all’incontro per le famiglie qualche ora prima. Sono rimasto sconvolto dalla rabbia, dai cartelloni di chi inneggiava contro la mia persona. Nonostante tutto resta il messaggio della giornata: Scafati è una Città libera, è una Città nella quale ognuno deve sentire il diritto di poter manifestare la propria idea. Una Città nella quale alla violenza del pregiudizio bisogna rispondere con il confronto e non certamente con altra violenza.”

Pride Scafati
Pride Scafati
Pride Scafati
Pride Scafati
Pride Scafati
Pride Scafati

 

 

 

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Addio a Jerry West, l’uomo dietro il logo dell’NBA

Il mondo del basket è in lutto per la scomparsa di Jerry West, uno dei più grandi giocatori nella storia della NBA e simbolo...

Inter vicino il rinnovo dell’allenatore Simone Inzaghi

Tra gli argomenti sul tavolo in casa dell'Inter c'è quello del possibile rinnovo dell'allenatore Simone Inzaghi. Infatti Tullio Tinti, agente di Simone Inzaghi, è...

Italia – Germania 4-3 quando il 17 giugno del 1970 si è scritta la storia

Italia - Germania per molti non è una partita ma la partita! Si disputò alle ore 16 il giorno 17 giugno 1970 allo Estadio Atzeca...

Il Cammino inizia alle 21 – Probabili formazioni Italia Albania

Il cammino dell'Italia di Luciano Spalletti inizia oggi. Nonostante le critiche di qualche personaggio che sembra divertirsi a criticare a prescindere, il C.t. è carico e con lui i calciatori. Una vittoria darebbe morale e inoltre, date le regole (passano le prime due e le quattro migliori terze), metterebbe l'Italia con un piede agli ottavi

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA