Torre Annunziata, fa arrestare il padre grazie allo smartwatch

Un ragazzino ha fatto fermare il padre a Torre Annunziata

Un ragazzo di 12 anni, per porre fine alle continue persecuzioni subite dal padre, ha utilizzato il “Mobile angel”, uno smartwatch dotato di un sistema antiviolenza che si collega direttamente alla centrale operativa del 112. Il tutto si è verificato a Torre Annunziata, in provincia di Napoli: i carabinieri hanno preso in custodia un 40enne che aveva già ricevuto un ordine di restrizione che gli proibiva di avvicinarsi ai luoghi frequentati dall’ex compagna e dal loro figlio a causa di sospetti comportamenti persecutori.

Il fermo

Il giovane, dotato dello smartwatch antiviolenza, ha rilevato la presenza del padre nelle vicinanze e ha immediatamente attivato l’allarme. Questo ha permesso ai carabinieri di agire tempestivamente grazie alla funzione di geolocalizzazione dello smartwatch, facilitando il ritrovamento del ragazzo e della madre. Di conseguenza, l’uomo è stato posto agli arresti domiciliari in attesa del processo.


PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Monti Lattari, operazione antidroga coi droni porta ad una spiacevole scoperta

I carabinieri di Castellammare di Stabia stamattina hanno effettuato un blitz nei Monti Lattari, noti come la "Giamaica italiana" per il clima ideale alla...

Juve Stabia Pagliuca : ” Io e la mia famiglia accolti bene a Castellammare”

  Juve Stabia Guido Pagliuca al Comune della sua Cecina dove ha ricevuto un riconoscimento la sua grande impresa sportiva. Il Commissario Straordinario ha consegnato...

Napoli, Spazio 57 Art Gallery presenta ‘laformadelleonde’ di GildaPan

GildaPan artista contemporanea terrà una sua personale mostra a Napoli.

Kimbo Spa e Ciccio Merolla: collaborazione per Borse di Studio

Sono destinate a musicisti, le borse di studio nate dalla collaborazione di Kimbo Spa e Ciccio Merolla.

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA