Polpo alla Luciana, tra i piatti più amati della cucina campana

Il polpo alla Luciana è tra i piatti più amati della cucina campana. Il suo nome affonda le radici nel popolare borgo di Santa Lucia. Gli abitanti di questa zona della città di Napoli erano particolarmente abili a pescare polpi. I pescatori di polpi di questa zona venivano chiamati “luciani”.

Il polpo alla Luciana può essere servito sia come antipasto che come secondo accompagnato con del buon pane casereccio. Oltre ad essere un piatto delizioso, il polpo è particolarmente adatto per chi cerca un alimento povero di grassi e ricco di vitamine, fosforo e calcio, importanti per la salute di ossa e denti.

Ingredienti per due persone:

-2 polpi

-350kg di pomodorini campani

-capperi

-100kg di olive nere

-olio di oliva

-aglio

-peperoncino

-prezzemolo

Polpo alla luciana, procedimento

Per ottenere un ottimo polpo alla Luciana basta seguire pochi e semplici passi.

In una pentola far soffriggere aglio olio e peperoncino a fuoco medio, dopo qualche minuto rimuovere l’aglio ed aggiungere i polpi già puliti. Coprire con un coperchio e lasciare cuocere per 25 minuti circa.

Tagliare i pomodorini a metà, ed aggiungerli alla pentola insieme ad olive, capperi e coprire di nuovo la pentola.

Per un risultato eccellente far cuocere per altri 15 minuti, dopodiché rimuovere il coperchio e far evaporare l’acqua in eccesso in modo tale che il sugo risulti più ristretto e corposo, aggiungendo del prezzemolo.

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Juve Stabia il primo test della stagione

Juve Stabia allenamento congiunto a Telese Terme. Allenamento Congiunto, Juve Stabia – Equipe Campania 5-0: il tabellino del match Al Campo Comunale di Telese si è...

La Premier Meloni condanna l’attentato a Trump

Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni ha espresso solidarietà per i gravi fatti degli Stati Uniti con l'attentato a Donald Trump. Il Post social di...

Il Pomigliano Jazz 2024 apre con Gonzalo Rubalcada Trio

Il famoso pianista jazz cubano Gonzalo Rubalcada apre la 29° edizione del Pomigliano jazz

Detti napoletani: “‘E chiacchiere s’ ‘e pporta ‘o viento; ‘e maccarune jengheno ‘a panza”

‘E chiacchiere s' ‘e pporta ‘o viento; ‘e maccarune jengheno ‘a panza." (letteralmente "Le chiacchiere se le porta il vento; i maccheroni riempiono la pancia"). più che mai rilevante e attuale

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA