Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Dopo il buon punto col Torino il Bologna deve stare attento alla trappola chiamata Benevento e in particolare Stadio Ciro Vigorito. Fischio d’inizio domani alle 18. Arbitra Calvarese.

 

 

Il Bologna arriva alla prima trasferta stagionale dopo il buon punto conquistato al Dall’Ara con il Torino in cui ha dimostrato di avere una difesa discreta e un attacco che è capace di pungere. Il mercato non ha ancora regalato gli innesti desiderati ma vede sbloccarsi qualcosa in chiave uscita con Gastaldello al Brescia, Falco sulla strada per Perugia ma la cessione più di richiamo: Masina prossimo al Siviglia. In questa situazione il Bologna arriva a Benevento per la prima storica apparizione al Ciro Vigorito in A. Lo stadio sannita ha dimostrato già in passato di essere capace di spostare gli equilibri, il Bologna quindi più che alle qualità dell’avversario dovrà diffidare dall’influenza che avrà l’ambiente sui propri beniamini.

Domani pomeriggio dovrebbe scendere in campo nella delicata partita Torosidis, De Maio, Maietta e Masina, forse ultima partita in rossoblu, a copertura della porta difesa da Mirante, chiamato al riscatto dopo lo strafalcione di domenica sera. In mezzo Taider-Poli. Dovrebbe trovare spazio anche Nagy che torna a rivedersi dopo che col Torino gli era stato preferito Pulgar per dare al centrocampo più fisicità, stavolta toccherà a lui causa problemi fisici per il cileno. Là davanti i soliti tre: Verdi, Destro e Di Francesco.

 

 

In casa avversaria

Il Benevento nell’esordio in Serie A non è riuscito a raccogliere punti, pur essendo passato in vantaggio con il bellissimo tiro a giro di Amato Ciciretti (sicuramente il giallorosso da tenere maggiormente sottocontrollo) è stato rimontato dalla Sampdoria con i goal di Quagliarella. Buona comunque la prestazione degli uomini Baroni che hanno dato dimostrazione di disciplina e organizzazione.

 

 

Le parole della vigilia

Il padrone di casa Baroni, in notevole anticipo rispetto ai ritmi usuali della vigilia, si presenta in conferenza stampa addirittura mercoledì. Come riporta il sito ottopagine.it presenta così la settimana che ha portato alla partita:

“A Genova abbiamo fatto molte cose buone. Stiamo lavorando sugli errori. Il nostro atteggiamento non possiamo cambiarlo. Non abbiamo ottenuto il risultato, ma ci serviva una prestazione che avesse una tenuta sia mentale che di intraprendenza e personalità. Queste risposte le abbiamo avute, ma è chiaro che adesso affrontiamo la prima partita in casa e dovremo prepararla al meglio perché il Bologna è una squadra molto pericolosa. Scenderemo in campo con determinazione e convinzione”.

Mentre sull’avversario di turno:

“E’ una squadra pericolosa. Ha velocità in avanti. Al recupero palla sono molto pericolosi. In serie A è difficile trovare squadre che non siano pericolose. Noi dobbiamo gestire bene alcuni momenti della partita, guardare l’avversario con umiltà cercando di sfruttare le debolezze dell’avversario”

 

 

 

Si presenta questa mattina il tecnico del Bologna nella sala stampa di Casteldebole per la conferenza stampa appena prima la partenza per Benevento. Il bergamasco spiega come si sono preparati in vista della partita:

“Abbiamo ribadito un po’ di concetti, è chiaro che adesso voglio vedere che tipo di risposta c’è. Abbiamo palesato nell’arco di questo tempo incapacità di avere continuità dal punto di vista di approcciarsi non solo alle partite ma anche agli allenamenti, questo è un tasto da tenere sollecitato anche perché domani troviamo un ambiente con grande entusiasmo e vitalità.”

Invece su quanto l’ambiente possa incidere sui propri giocatori:

“Ci sono spalti che possono avere un impatto diverso rispetto agli altri, ma c’è solo una soluzione a questo: essere concentrati su ciò che si deve fare.”

I precedenti

Bologna e Benevento non si sono mai scontrati, il Benevento l’anno scorso ha partecipato per la prima volta nella sua storia al campionato di Serie B. I sanniti hanno trascorso gran parte dei loro anni in Serie C,ma quando il Bologna si è trovato nello stesso gradino della piramide del calcio italiano apparteneva a un girone diverso.

I Convocati

 

Benevento

Portieri: Belec, Brignoli, Piscitelli;
Difensori: Lucioni, Gyamfi, Camporese, Venuti, Letizia, Di Chiara, Djimsiti, Costa;
Centrocampisti: Del Pinto, Viola, Cataldi, Eramo , Chibsah, D’Alessandro (7);
Attaccanti: Brignola, Ciciretti, Puscas, Coda, Cissé, Ceravolo.

Bologna

Portieri: Mirante, Ravaglia, Santurro.
Difensori: De Maio, Gonzalez, Helander, Krafth, Maietta, Masina, Mbaye, Torosidis.
Centrocampisti: Crisetig, Donsah, Nagy, Poli, Taider.
Attaccanti: Destro, Di Francesco, Krejci, Palacio, Petkovic, Verdi.

 

Le Probabili Formazioni

Benevento (4-4-2): Belec; Letizia, Lucioni, Camporese, Di Chiara; Ciciretti, Cataldi, Viola, D’Alessandro; Coda, Puscas. All.: Baroni.

Bologna (4-3-3): Mirante; Torosidis, De Maio, Maietta, Masina; Nagy, Pulgar, Poli; Verdi, Destro, Di Francesco. All.: Donadoni.

Arbitro: Calvarese di Teramo. Assistenti: Passeri-Bottegoni. IV: Chiffi. VAR: Gavillucci. A. VAR: Di Paolo

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi