Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
5 1 Voto
Vota Articolo

Torna  “ESPRESSO NAPOLETANO“, la rubrica di Magazine Pragma che ogni domenica racconta le origini di alcune espressioni squisitamente napoletane. Sapete cosa significa “Pare ‘a trummetta ‘a Vicaria”? 

“Pare ‘a trummetta ‘a Vicaria”, da dove nasce questo modo di dire?

Partiamo col dirvi cos’è ‘a trummetta e cos’è ‘a Vicaria.

‘A trummetta è la trombetta tradizionalmente usata dai militari e in passato dai banditori; ‘a Vicaria è un antico quartiere di Napoli  un tempo sede della Gran Corte della Vicaria che riuniva tutti i tribunali della città nel Castel Capuano.

Carlo Coppola – Il Tribunale della Vicaria, Certosa e Museo di San Martino

Tra il 1537 ed il 1540, Don Pedro de Toledo, marchese di Villafranca del Bierzo (1532 – 1553 ). vicerè di Napoli, sentì l’esigenza di riunire in un unico luogo la giustizia civile e penale del vicereame napoletano. Per questo motivo tutti i tribunali furono riuniti in Castel Capuano.

A rendere pubbliche le sentenze emesse era il banditore di giustizia che, partiva dall’uscio del Tribunale e fermandosi ad ogni angolo della strada, emetteva tre/quattro suoni di trombetta prima di leggere le decisioni della Gran Corte.

Oggi, dire a qualcuno “Pare ‘a trumbetta a Vicaria”  equivale a dire “Sei pettegolo”. L’espressione viene associata ad una persona che, anche per mania di protagonismo, rivela i fatti altrui, a gran voce.

Castel Capuano oggi (immagine da Wikipedia)

Leggi anche:

“A Maronna t’accupagna”, da dove nasce questa espressione?

Adda venì Baffone”, da dove nasce questo modo di dire?

“O cippo a Furcella, da dove nasce questa espressione?

Advertisement

 
 
Print Friendly, PDF & Email
5 1 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x