Reddito di cittadinanza, attese nuove proteste a Napoli

È polemica per la sospensione del reddito di cittadinanza. Scontro in parlamento Calderone-Conte. L’opposizione chiede una proroga, ma la decisione è ormai presa: niente più reddito di cittadinanza per 500mila italiani, che da gennaio 2024 non potranno più usufruire del beneficio erogato dallo Stato. Una mossa che molti definiscono incauta. Aumentati i lavori stagionali e di conseguenza aumentato il lavoro in nero, che con il reddito di cittadinanza aveva subìto un calo. I primi a protestare per il reddito sono stati i napoletani. A Napoli infatti continua la protesta dei cittadini ex beneficiari del sussidio, che l’anno prossimo si ritroveranno non solo senza lavoro, ma senza alcun tipo di aiuto economico.

Reddito di cittadinanza: sarà sostituito dall’Assegno di Inclusione

Il 2 agosto un corteo di cittadini si è riunito a Porta Capuana verso il centro della città, a Corso Umberto, sede di Fratelli d’Italia. Un corteo composto da precari disoccupati, che dal 2024 non percepiranno nulla. Secondo quanto si apprende dalla stampa, sono 21mila i napoletani che non percepiranno il reddito di cittadinanza, ma le proteste non si fermano in terra partenopea. Mentre in Campania sono attese nuove proteste, anche altre città si muoveranno: Roma, Torino e Milano. Una protesta che si prevede si estenderà a macchia d’olio, una crisi sociale che non ha eguali. Secondo i dati, sono 896mila le famiglie italiane che finora percepivano il reddito. La sua sospensione è il tema caldo dell’estate, una manovra del governo Meloni che ancora farà parlare di sé. Dopo una successiva rimodulazione del reddito di cittadinanza in base all’Isee, il provvedimento è stato sospeso il 1 Agosto, al suo posto lAssegno di Inclusione, per nucleo famigliare che non supera i 6mila Euro. Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali specifica a chi sarà destinato l’assegno, in particolare a famiglie che hanno un disabile nel proprio nucleo famigliare, minorenne, con almeno 60 anni di età o in condizioni di svantaggio e inserito in programmi di cura e assistenza. Per il momento l’Assegno di Inclusione non è ancora attivo, si attendono i decreti e l’aggiornamento delle piattaforme online, che permetteranno ai cittadini richiedenti di poterne usufruire inserendo i propri dati.

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Il Pomigliano Jazz 2024 apre con Gonzalo Rubalcada Trio

Il famoso pianista jazz cubano Gonzalo Rubalcada apre la 29° edizione del Pomigliano jazz

Detti napoletani: “‘E chiacchiere s’ ‘e pporta ‘o viento; ‘e maccarune jengheno ‘a panza”

‘E chiacchiere s' ‘e pporta ‘o viento; ‘e maccarune jengheno ‘a panza." (letteralmente "Le chiacchiere se le porta il vento; i maccheroni riempiono la pancia"). più che mai rilevante e attuale

L’avventuriero novellino di Ossan… – L’angolo del nerd e dell’Otaku

Rick Gladiator è deciso a diventare un avventuriero, cosi quel che sosti. Per questo si è allenato intensamente per due anni. Ma Rick ha un problema: ha trentadue anni. Questo rende scettiche le persona intorno a lui. Questo perché il potere magico, alla base anche della forza fisica, man mano che si avanza di età è sempre più difficile da incrementare. Ed infatti viene spesso deriso e sottovalutato per questo. Tuttavia Rick ha un segreto: nei suoi due anni di allenamento è stato seguito dal team più forte dell'intero continente, Orichalcon Fist, composto da avventurieri di classe S, tutti in grado di spazzare via intere armate. 

Salvatore Marra sposa una nuova avventura

Salvatore Marra ex calciatore della Juve Stabia con un vissuto importante anche da allenatore trova una nuova panchina. La nota ufficiale della società Salvatore Marra nuovo...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA