“Me pare ‘o ciuccio ‘e Fechella!”, e fu così che il ciuccio divenne il simbolo del Calcio Napoli

PUBBLICITA

“Me pare ‘o ciuccio ‘e Fechella!”,mia madre me lo diceva sempre quando tornavo a casa con le ginocchia sbucciate (quasi tutti i giorni; i bambini degli anni ’80 hanno avuto il privilegio di giocare in piena libertà con tutte le conseguenze: fratture, tagli, distorsioni, e nella migliore delle ipotesi: “sbucciature”). Divagazioni a parte, “Me pare ‘o ciuccio ‘e Fechella!” è un’espressione squisitamente napoletana utilizzata per indicare una persona con una salute piuttosto cagionevole, ferito, zoppicante. Ma chi era Fechella? Questa volta ESPRESSO NAPOLETANO, la rubrica domenicale di MAGAZINE PRAGMA vi porta a Torre del Greco che si dà il caso essere anche il mio paese natio.

“Me pare ‘o ciuccio ‘e Fechella, trentatré piaghe e ‘a coda fraceta”

Il detto continua perchè il ciuccio (l’asino) di Fechella, oltre ad essere malnutrito, aveva anche la soma coperta da piaghe e la coda marcia. Ma veniamo al dunque,  chi era Fechella?

Fechella, alias don Mimì Ascione, era un uomo originario di Torre del Greco. Veniva detto “Fechella” in quanto venditore ambulante di fichi. L’uomo si serviva di un asinello scheletrico e malconcio per trasportare la merce.

Ora accadde che nel 1926 la nascente squadra del Calcio Napoli era assolutamente deludente. I tifosi per seguire la squadra si riunivano al Bar Brasile dove si lasciavano andare ai commenti più svariati. All’ennesima sconfitta della squadra uno dei tifosi, profondamente amareggiato, gridò: “Sta squadra me pare ‘o ciuccio ‘e Fechella: trentatré piaghe e ‘a coda fraceta” (Questa squadra sembra l’asino di Fechella con le sue trentatré piaghe e la coda moscia).

Un’esclamazione che non rimase inascoltata e la cui notorietà si diffuse rapidamente, tanto che un quotidiano pubblicò una vignetta in cui il Napoli veniva raffigurato come un asinello mal ridotto, pieno di cerotti. Ed è da allora che al cavallino rampante che inizialmente simboleggiava il Napoli fu sostituito il famoso e tanto amato ciucciariello (asinello).

Per ESPRESSO NAPOLETANO anche:

 

 

PUBBLICITA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

LEGGI ANCHE

Juve Stabia la prima Passarella al Romeo Menti

Juve Stabia in Serie B è passata una settimana dal pareggio di Benevento contro le Streghe allenate da Gaetano Auteri, una settimana di grande...

Serie A, probabili formazioni e dove vedere le partite della 33^ giornata in TV e in streaming

Stasera alle 18:30 inizia la trentatreesima giornata del campionato di Serie A. Sarà possibile seguire tutte le gare del turno tramite l’app di DAZN su...

Siracusa Calcio, presentata la maglia del centenario (Gallery)

Siracusa Calcio, nella giornata di ieri è stata presentata la maglia del centenario nella terrazza Killiche davanti ai giornalisti, giocatori, staff e sponsor

Siracusa Calcio, Spinelli: “una gara importante per avere dei parametri in chiave playoff”

Siracusa Calcio, questa mattina la conferenza stampa alla vigilia della gara di campionato contro la Vibonese. Spinelli e Vacca hanno risposto alle domande dei giornalisti prima della rifinitura

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA