Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Si chiude con un punto a testa il derby valido per la 33^ giornata del campionato di Serie C tra Bisceglie e Fidelis Andria andato in scena ieri pomeriggio al “Ventura” di Bisceglie. Un punto che, sicuramente, accontenta di più la compagine federiciana in cerca di punti salvezza, al contrario di un Bisceglie che rimanda ancora quei tre punti utili per la salvezza diretta, con un occhio di riguardo sempre all’ultimo slot utile per i playoff.

Prima frazione di gara che vede nettamente gli ospiti padroni del campo e che, a più riprese, sfiorano la via della marcatura: l’imprecisione, la bravura dell’estremo difensore locale Crispino e i due goal annullati per fuorigioco ad Abruzzese e Lattanzio, tengono il match in perfetta parità al termine dei primi 45′ minuti.

Il secondo tempo, invece, vede il Bisceglie cercare con più convinzione la via della rete con il duo D’Ursi-Risolo a fare il bello ed il cattivo tempo nell’area di rigore andriese. Ed è proprio D’Ursi al 53′ che trova la via del goal: punizione battuta da Vrdoljak, sponda di Delvino respinta da Maurantonio. Sulla ribattuta arriva come un falco D’Ursi che realizza l’uno a zero, anche questa volta però il direttore di gara annulla per posizione irregolare. Il goal, quello regolare, arriva dieci minuti più tardi quando Tiritiello atterra Azzi in area di rigore: è penalty per i neroazzurri. Dal dischetto si presenta Eugenio D’ursi che sigla la rete del vantaggio dei locali, spiazzando Maurantonio.

Passano soltanto quattro minuti e la Fidelis trova il pareggio grazie ad un altro penalty, questa volta concesso per un fallo di mani di Andrea Petta. Taurino dal dischetto è glaciale, il pari dei federiciani è servito. 1-1 al “Ventura”. Risultato che non cambia nel quarto d’ora finale, dove i due tecnici cambiano molto le carte in campo e, soprattutto, si accontentano del pareggio finale.

 

BISCEGLIE-FIDELIS ANDRIA 1-1

Bisceglie (3-5-2): 1 Crispino, 5 Petta, 7 D’Ursi (dal 87° 4 Diallo), 9 Jovanovic (dall’80° 14 Ayina), 10 Toskic, 13 Giron, 15 Delvino, 16 Prezioso (dal 50° 19 Vrdoljak), 21 Risolo, 24 Markic, 25 Dentello Azzi. Allenatore: Gianfranco Mancini. A disposizione: 12 Vassallo, 2 Colella, 3 Russo, 8 Pirolo, 11 D’Ancora, 17 Montinaro, 23 Migliavacca, 22 Alberga.

Fidelis Andria (3-5-2): 1 Maurantonio, 3 Lobosco, 5 Colella, 10 Lattanzio (dal 60° 9 Croce), 14 Tiritiello, 19 Celli, 20 Di Cosmo (dal 90° 29 Nadarevic), 21 Abruzzese, 25 Quinto, 28 Taurino (dal 76° 16 Cappiello), 32 Lancini. Allenatore: Aldo Papagni. A disposizione: 22 Cilli, 2 Tartaglia, 13 Scaringella, 18 Ippedico, 23 Sisto, 24 Liguori, 26 Scalera, 30 Camporeale, 34 Turi.

Arbitro: Lorenzo Maggioni di Lecco.
Assistenti: Filippo Bercigli di Valdarno e Lorenzo Li Volsi di Firenze.
Reti: 69° D’Ursi, 72° Taurino.

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications    Ok No thanks